Una brutta sorpresa per Apple, finita nuovamente nel mirino dei pirati informatici. Dopo la falla in iCloud, il sistema di archiviazione di dati, hacker cinesi sono riusciti a sviluppare un virus in grado di colpire Mac e iPhone. Si chiama “WireLurker” ed è programmato per infettare i computer Apple oltre a poter contagiare anche iPhone e iPad. Il virus, secondo gli esperti, proviene da applicazioni, disponibili sull’App Store, sviluppate da hacker di Pechino e avrebbe infettato soprattutto utenti cinesi. Si tratta di circa 400 app, scaricate oltre 350mila volte.